Chi ha la responsabilità della gestione di un grande patrimonio ha innanzitutto l’obbligo di assicurare l’assenza di perdite, sia in termini patrimoniali che reddituali. Infatti una rilevante dimensione di ricchezza intergenerazionale deve dare risposte ad esigenze diverse degli afferenti e l’evento «perdita» non può non creare tensioni, rischi di litigation in grado di compromettere più ampie implicazioni.

Inoltre, la ricchezza ricevuta dalla generazione precedente implica un mandato etico alla conservazione e alla trasmissione alle generazioni successive, affinchè una grande ricchezza ben gestita sia anche la base e il motore per un sostenibile sviluppo economico/sociale. Pertanto proteggere la ricchezza familiare è fondamentale.

Obiettivi

L’obiettivo del modulo è arricchire le competenze per realizzare una piena protezione patrimoniale. Contribuiranno adeguate strategie di gestione delle singole asset class attraverso una corretta valutazione dei profili di rischio. Verranno analizzate altresì tutte le implicazioni legali, fiscali, assicurative e amministrative.


Lezione 2.1.

I fondamenti per la diagnosi e il controllo del rischio

  • La valutazione del livello di esposizione al rischio del patrimonio nella sua globalità e nelle singole componenti: L’ applicazione degli indici di volatilità per le diverse asset class per renderle tra loro integrabili e comparabili
  • Il processo di costruzione del consolidato familiare globale
  • I sistemi di reporting per i controlli e per gli adeguamenti di valore, di costo e di profittabilità
  • Metodologia per la definizione del benchmark sulla base del profilo del cliente

Lezione 2.2.

I principi guida delle strategie di gestione

  • Equity e approccio growth
  • Equity e approccio value: la misurazione del rischio di portafoglio
  • L’approccio Conservativo
  • La dinamica dei mercati: orizzonte temporale e volatilità
  • L’approccio Hedge: Introduzione ed evoluzione

Lezione 2.3.

Gli strumenti di protezione non finanziaria del patrimonio

  • Le fondazioni: tipologie, storia e la fotografia del panorama italiano
  • La comprensione e l’ingresso del Trust in Italia
  • Raffronto tra il Trust e altri strumenti del nostro ordinamento
  • Il Trust per il passaggio generazionale
  • Il Trust Onlus a vantaggio dei più deboli
  • Private life insurance: definizione, quadro normativo e dimensione del mercato
  • Il modello di architettura aperta e l’offerta internazionale
  • La società fiduciaria
  • Polizze assicurative per beni reali

Lezione 2.4.

L’efficiente attività amministrativa (il ruolo del custodian, gli strumenti di controllo amministrativo, le fiduciarie)

  • Controllo e custodia documenti
  • Strumenti di controllo amministrativo e fiscale
  • Consolidato fiscale e amministrativo: il caso
  • L’intestazione fiduciaria e il consolidamento fiscale
  • L’istituto della fiduciaria al servizio della amministrazione patrimoniale
  • Casi Pratici