In Italia oltre il 90% delle imprese è di proprietà familiare.
Molte di queste aziende si sono sviluppate grazie all’inventiva e alla determinazione di imprenditori che hanno concepito l’impresa come luogo di affermazione individuale, ma raramente come luogo di condivisione. È evidente che garantire la continuità e la capacità competitiva dell’impresa familiare attraverso le generazioni sia un tema sempre più centrale in contesti in rapidissima evoluzione.

Per gestire la complessità dell’impresa familiare bisogna adottare regole che partano dai valori guida in cui la famiglia si identifica ancor prima di guardare alle scelte finanziarie e alle strutturazioni legali e fiscali. Ciò significa identificare consapevolmente le componenti intangibili a cui ogni membro della famiglia saprà dare nel tempo valore e fedeltà, ispirandovi le proprie attività economiche, sociali, pubbliche.

Continua a leggere