È notizia recente la decisione di Facebook, tramite il proprio programma FbStarts, di premiare con un contatto diretto con l’azienda di Mark Zuckerberg 5 tra le migliori startup italiane creatrici di web app.

La selezione delle 5 startup italiane, scelte da una base di 100 candidati, appartiene ad un progetto di investimento su scala mondiale all’interno del segmento startup. Finora Facebook ha investito oltre 100 milioni di dollari nel settore, destinati al finanziamento di circa 7.200 giovani imprese fondate sullo sviluppo di applicazioni mobili.

fbstart-5-startup-italiane-scelte

Le imprese che parteciperanno a questo programma rappresentando l’Italia, appartengono tutte a nicchie differenti.

  • Karaoke One: come suggerisce il nome permette agli utenti con la passione per il canto di vivere un’esperienza karaoke direttamente sul proprio smartphone, condividendola con altri utenti;
  • Nextwin: una piattaforma che permette agli utenti di provare l’emozione della scommessa (sportiva ndr) puntando una valuta simbolica. È possibile condividere i propri pronostici e copiare quelli degli utenti migliori, prima di passare al gioco reale all’interno dei siti autorizzati;
  • Tutored: i destinatari del servizio sono studenti universitari. Attraverso l’iscrizione è possibile catalogarsi come tutor, impartendo ripetizioni retribuite, oppure come studente, in cerca di supporto per superare un esame;
  • Verticomics: un’app dedicata al mondo dei fumetti. Tramite il formato digitale è possibile fruire di contenuti aggiornati e disporre di una libreria personalizzata avendo accesso ai propri fumetti preferiti in modo semplice;
  • Whoosnap: ha creato un mercato di scatti fotografici. L’app permette lo scambio di fotografie all’interno della community di utenti dietro il pagamento di un compenso.

La collaborazione con FbStarts permetterà a queste giovani imprese di essere guidate attraverso un utilizzo strategico della piattaforma social più famosa al mondo. Inoltre, ai servizi finalizzati alla crescita e allo sviluppo dell’impresa si aggiungeranno le opportunità di contatto con team di esperti e di partecipazione ad un’esclusiva comunità di startup innovative. In tal modo, Facebook riuscirà a creare un legame stabile con il segmento startup, acquisendo informazioni sui modelli di business e sui segmenti di clientela interessati ai servizi, ottenendo così tendenze di mercato con una rapidità altrimenti irraggiungibile. Il motivo principe che spinge il colosso dei social network all’osservazione delle esigenze e dei criteri di decisione delle giovani imprese, attori protagonisti in un mercato in forte crescita, si inserisce all’interno della strategia di canalizzazione della domanda di advertising dai sistemi più tradizionali al mondo web.