BeMyEye è una scaleup italiana nata nel 2011 da un’idea di Gian Luca Petrelli che, mentre era in America, si è accorto che l’olio d’oliva prodotto dalla azienda di famiglia non era commercializzato secondo la promozione avviata.  Da qui il progetto di creare una piattaforma per creare una rete di persone che aiutino le grandi aziende a monitorare la vendita dei propri prodotti nei punti vendita fisici. Così facendo gli utenti diventano dei controllori in grado di fornire dati e immagini sulla distribuzione dei prodotti in cambio di contributi economici. Le multinazionali ottengono dati in tempo reale sul rispetto o meno degli standard di distribuzione e sul rispetto della corretta attivazione delle promozioni nei diversi punti vendita internazionali. In questo modo i brand hanno la possibilità di “vedere”, grazie agli occhi degli utenti e ad analytics o gallerie fotografiche disponibili online, cosa accade in tempo reale in migliaia di location (la società permette di svolgere rilevazioni in 19 nazioni europee), potendo così misurare, in breve tempo e a costi contenuti, l’execution delle attività sul territorio, ottimizzando al tempo stesso lo sviluppo.

Tra i clienti della piattaforma oggi ci sono Mattel, Ferrero, MSC Crociere, Pepsi, Nestlé o Samsung che usano i dati prodotti da oltre 500.000 utenti. Oggi la scaleup è leader nel settore dell’in-store data ed è presente in 17 paesi.

BeMyEye aveva precedentemente ottenuto nel 2016 un grosso investimento (series B) pari a 6,5 milioni, che si aggiungeva a due milioni raccolti di funding round nel 2014. Già nel mirino degli investitori, ora ha raccolto (nel “Round C”) un finanziamento di 9 milioni di euro di cui 6,3 sono stati versati dal fondo FII Tech Growth, gestito da Fondo Italiano d’Investimento SGR e dedicato all’assunzione di partecipazioni di minoranza (ed eccezionalmente di maggioranza) nel capitale di piccole e medie imprese italiane ad elevato contenuto tecnologico. Il restante è stato versato da altri soci finanziari già presenti nella compagine azionaria come 360 Capital Partners, Programma 101 e Nauta Capital). Questa cifra sarà dedicata ad accelerare l’espansione geografica e la standardizzazione su scala globale dei prodotti chiave quale le metriche per le misurazioni.

Complessivamente questa società che ha sviluppato una piattaforma per la raccolta di dati in modalità crowdsourced ha raccolto oltre 17 milioni di euro.